L’Angolo di White B.

BENVENUTI 🙂

Vorrei pensare a questo spazio con l’immagine di “una vite senza fine”, che gira, gira, gira, e nel suo girare raccoglie sempre nuove storie, emozioni, nuovi confronti, nuove esperienze, nuove parole.

Vorrei pensare a voi, che vi fermate qui, fate una pausa e leggete le mille storie che provo a raccontarvi. Storie magiche e speciali ma non sempre facili. Storie che fanno anche paura ma che non per questo vi devono allontanare. Anzi. Potrebbero darvi molto e voi, con i vostri commenti potreste dare moltissimo a questo blog, che fa della CONDIVISIONE il perno di tutto.

Questo è l’angolo di White B, questa è la mia casa, il mondo di tutto i giorni.
Leggete, condividete e diffondete il pensiero che insieme si è più forti che mai.

Grazie a voi 🙂

White B.


Annunci

4 commenti

Archiviato in Articoli, medicina, palliative, genitori, malattia, white, B, famiglia, bambini, lutto,family,parents,children

4 risposte a “L’Angolo di White B.

  1. carla

    bella la metafora della vite, come anche l’iniziativa.
    buona fortuna,
    mariacarla

  2. daniela perino

    sono anche io mamma ma i miei figli sono ormai grandi , ricordo la disperazione che ho provato quando il mio secondo figlio a due mesi è stato ricoverato in ospedale per la pertosse………….la mia vita si è fermata sino a che lui non è uscito dall’ospedale………quindi posso paragonare quel mio intenso ma breve dolore al dolore lancinante e continuo di quei genitori che hanno un figlio ammalato gravemente o che addirittura non c’è piu’,credo che sia una cosa inumana, contro natura,e mi permetto di abbracciare idealmente tutti i genitori che vivono queste difficilissime e dolorosissime situazioni.

    • La paura è tantissima, per tutti, veramente. Ma quando succede, non puoi scappare. Devi lottare e sorridere per tuo figlio, che ti guarda e sa tutto. La vita è imprevedibile. Ma va affrontata in tutte le sue sfaccettature! Un figlio insegna più di quanto si pensi, in salute e malattia, se lo si ascolta con interesse. Questo blog ha proprio lo scopo di sgravare, addolcire, far comunicare persone con le proprie paure con persone che hanno avuto l’esperienza di una malattia dura da affrontare o addirittura la perdita del proprio figlio. Insieme possiamo farcela! Grazie Daniela, a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...