8 risposte a “Una mamma con-turbante!

  1. …tanti anni fa una madre in lacrime che aveva appena perduto un figlio in un incidente d’auto mi disse “Non sono più madre”. Io pensai che lo sarebbe stata per sempre perchè avrebbe vissuto il resto della sua vita nei ricordi di quel figlio unico. Sono trascorsi quasi 20 anni da allora e quando la reincontro nei suoi occhi rivedo oggi come allora lo stesso sguardo di Emanuele. Non si può smettere mai d’essere madre, nemmeno quando i nostri figli ci lasciano per altre dimensioni non terrene. Generare la vita è un gesto di continuità che ci lega per sempre all’essere creato nella fisicità quando è possibile e nella spiritualità per sempre.

    • Ciao!
      La tua visione dell’essere madre è stupenda. Sono d’accordo con te che sia “un gesto di continuità all’essere creato nella fisicità quando è possibile e nella spiritualità per sempre”.
      Forse il contatto spirituale è ancora più intenso e forte, lo considero un privilegio.
      Ti aspettiamo ancora!
      un abbraccio

  2. Ale

    Leggevo il messaggio di questa mamma con-turbante e pensavo che sono le stesse cose che sento io, da quando è nato mio figlio 3 anni fa, vivo costantemente nella paura che possa succedermi qualcosa o possa succedere a lui soprattutto o al suo papà.
    Ho paura di un’altra gravidanza, ho paura di tutto.

    • Benvenuta cara Ale!
      Tu hai una fortuna enorme, proprio al tuo fianco: la tua famiglia!
      La paura non porta a niente, anzi acceca e non ti permette di godere del presente!
      Lo so, è facile dirlo, ma credimi, lo puoi leggere anche nelle storie che pubblichiamo sul sito.
      La vita a volte è amara e dall’oggi al domani cambia drasticamente. Avere paura che questo cambiamento avvenga e colpisca le persone che ti stanno più a cuore non ti fa vedere la bellezza che ti circonda! E ti toglie tempo prezioso! Non sprecarlo! Credimi!
      Forse leggere queste storie ti incupisce ancora di più, ma cerca di vederle da un altro lato: chi ha perso il proprio figlio o un familiare riesce a ritrovare comunque il sorriso e a convertire parte del dolore in aiuto verso gli altri!
      La mamma con-turbante ce lo insegna: difronte alle paure bisogna tirarsi su le maniche e affrontarle o esorcizzarle!
      Tutti le abbiamo, non sei la sola!
      Capire come superarle ti insegnerà ad aiutare il tuo bimbo (e sinceramente ti auguro ” i tuoi bimbi” :-)) ad affrontarle e a diventare grandi!!!

      un abbraccio

  3. Ale

    Credo di dover fare un enorme lavoro su di me, ma proprio enorme. Sono sopraffatta da ogni tipo di ansia, mia madre mi ha trasmesso una bella eredità, al momento non riesco neanche a leggere una storia inventata su un libro… mi sento devastata dopo!

  4. bellissimo post e bellissimi ricordi.
    io ho le stesse paure, sono le paure di tutti i genitori, ma ho imparato a tenerle a bada, a “concedermele” solo in alcuni momenti, perchè il rischio è di non vivere e soprattutto, come dice Ale, si rischia di trasmetterle proprio a chi vorremmo proteggere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...