LE PERSONE CHE NON FANNO RUMORE

Ho una certezza: il mondo trabocca di bene. Forse siamo solo noi che troviamo tanto difficile scoprirlo, riconoscerlo, rendercene conto. Siamo circondati da persone speciali, da gente con una marcia in più. Da persone che non si servono delle loro qualità umane straordinarie per svettare su chi, come tutti noi, fatica a districarsi tra i mille piccoli problemi del quotidiano: sono persone che ci trasmettono, con la semplicità del loro sorriso e del loro raccontarsi, una gioia sincera, profonda e contagiosa. Sicuramente il bene autentico non parla di sè e non si mette in mostra. Eppure sono convinta che le cose belle vadano anche messe in vista, perchè c’è un immenso bisogno di recuperare e riscoprire la speranza. Le storie che racconto parlano di situazioni di oggettiva difficoltà, determinate a volte da un handicap, a volte da una malattia, a volte da sofferenze di altro genere, eppure, moltissime di queste persone si definiscono “fortunate”. In certi casi si fa fatica a scorgere di quali fortune si possano dire depositarie persone che hanno gravi fardelli da portare: fardelli davanti ai quali la maggior parte di noi si ritrarrebbe con spavento. Il loro messaggio è un invito a guardare in alto, a saper cogliere le piccole bellissime cose di cui la nostra vita è costellata, le grandi fortune che lastricano il nostro cammino e sulle quali posiamo i nostri passi senza neppure rendercene conto. Queste persone ci invitano a saper trovare ragioni di sorriso e di gioia in qualunque situazione: per quanto difficile, faticosa o pesante, non c’è realtà che non abbia spazi di speranza, spiragli di serenità, occasioni di gioia.

(Prefazione dal libro “La speranza non fa rumore” di Chiara Bertoglio)

 

Avete mai provato a vivere così? Cercando il bello anche nel brutto? Cercando la speranza anche in una situazione difficile che sembra senza uscita? Avete mai osservato se intorno a voi ci sono persone che pur stando male sorridono sempre?

Non è facile, ma perchè non iniziare a provare? O magari a raccontare qui qualche esperienza vostra o di un’altra persona che vi ha regalato speranza e gioia nonostante viva un’esperienza difficile?

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in medicina, palliative, genitori, malattia, white, B, famiglia, bambini, lutto,family,parents,children

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...