LA COMETA DI GIOVE

Grazie alla segnalazione della solita mamma (che ringrazio di cuore) ho scoperto il mondo di Donatella,  che ha voluto condividere la sua bellissima idea di creare una casa editrice online alla portata di tutti presentando libri che trattano di qualsiasi problematica.  Guardando il catalogo non ho resistito e… et voilà ho ricevuto in brevissimo tempo direttamente a casa  ciò che avevo ordinato online e ho avuto anche l’occasione di scambiare alcune e-mail con Donatella, la quale fin dal primo contatto si è dimostrata disponibilissima.

Ho letto tutto d’un fiato questa storia scritta da Luisa Staffieri e Tiziana Rinaldi.

E’ una storia meravigliosa dedicata a Sara Giachello, nata l’11 Febbraio 2008 con una diagnosi ufficiale di SMA1 e volata in cielo il 28 Marzo 2009 .

Questo libro spiega ai bambini sotto forma di fiaba il significato della scomparsa precoce di una piccola vita.  Insegna ai grandi come affrontare con i propri figli, i propri nipoti o i propri alunni un tema così importante e molte volte nascosto per incapacità a parlarne  o per paura di trasmettere angoscia: la morte.

L’approccio ad un grosso tabù della nostra società attraverso l’uso della fiaba è perfetto: la scelta della cometa è azzeccatissima con il concetto di lasciare la scia una volta volati in cielo, ” una scia luminosa di stelline e di luce che continua a parlare di noi a chi ci ha amato”. 

Spiegare ai bimbi che tutti lasciamo una traccia del nostro passaggio sulla terra, breve o lunga che sia, può dare una risposta ad un  mistero inspiegabile, ingiusto e innaturale come la scomparsa di un bimbo in tenera età, ma anche di un nonno, di una mamma, di un papà. Argomenti che spesso anche noi adulti facciamo fatica ad accettare e a spiegare.

Chiarire il concetto di perdita con un’immagine semplice e diretta che i bimbi conoscono bene è a mio avviso una modalità vincente e positiva che trasferisce anche una piccola luce di speranza:  la sicurezza di lasciare comunque una traccia di sè anche se  si è vissuto solo un  breve tempo.

E questo, credo, ci rasserena tutti, proprio tutti, grandi e piccoli!

Annunci

6 commenti

Archiviato in medicina, palliative, genitori, malattia, white, B, famiglia, bambini, lutto,family,parents,children

6 risposte a “LA COMETA DI GIOVE

  1. Una bella storia, delicata, che affronta un tema che non è facile interpretare con i bambini. Mi aveva colpito due volte: uno per il particolare periodo da cui ero appena uscita (la perdita della mia mamma) e due perché una casa editrice nata dal web (Mammeonline) ha avuto il coraggio di pubblicare un albo “difficile” e così “utile” in certi momenti. Credo molto nel potere del libro per la prima infanzia, nei momenti felici, ma anche in quelli tristi (perché esistono anche quelli). Nel bagaglio emotivo di un bambino ci deve essere posto anche per temi difficili.
    Grazie White B.

    • Hai ragione. Questi libri aiutano tutti, bimbi e genitori, a comunicare. a capire a confrontarsi anche con semplici domande o un disegno.
      Grazie a te per il tuo ottimo spunto e spero veramente che Donatella abbia la fortuna che si meriti con la sua casa editrice online.
      Grazie per essereci sempre! Ciao Simo!

  2. Luisa

    Grazie per aver letto il mio libro e averne parlato in termini così lusinghieri.
    Luisa

  3. Torno a leggere dopo un anno… che bella questa recensione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...