Chi SONO

Sono una di voi. Una come tante.

Sono una mamma che ha deciso di non girarsi dall’altra parte quando vede qualcosa che non va e far finta di niente, ma di battersi per migliorare le cose. Anche se è difficile, perché fa paura, perché si da fastidio con “certi discorsi”.

Sono una persona che spera di condividere la propria voglia di cambiare le cose. Insieme, sostenendoci l’un l’altro, ognuno con la propria storia, la propria vita.

Sono un genitore che crede tantissimo nella fortuna di essere genitori, di qualsiasi bimbo, e che ha capito, purtroppo sulla pelle del proprio figlio, che dolore e malattia creano distanza, paura, pietà, ma che se tutti i genitori condividono le proprie esperienze, tutti questi aspetti possono essere convertiti.

Sorrido alla vita, sempre e comunque. Anche se la vita stessa mi ha tolto fisicamente una delle persone più importanti al mondo: mio figlio di due anni e mezzo.

P1050975

16 risposte a “Chi SONO

  1. Maria

    Cara White,
    purtroppo non ho avuto la fortuna di diventare mamma. Ma amo i bambini più di me stessa e per me non avrene avuto uno mio è ancora una ferita aperta. Ma tant’è!!
    Per fortuna mi è capitato, si proprio capitato un lavoro che mi da la possibilità di entrare in contatto con il loro mondo…un mondo che non sempre purtroppo è “sano” e felice come dovrebbe essere!
    I bambini sono le ali di Dio per quanto mi riguarda….
    spero che tu accolga anche me tra le tue amicizie…perchè l’obiettivo che ti sei prefissata è meraviglioso..e per quanto io possa sono qui per aiutarti …
    baci
    Marì

  2. Alby86

    Ciao White B. Intanto complimenti. Io ho una figlia di 28 mesi che grazie a Dio sta benissimo, ma conosco parecchi casi di bimbi malati con delle cause ben chiare. Esattamente, come potrei aiutarti? Di che malattie parli tu, generale o ti riferisci a qualcosa di preciso? chiedo prima di lanciare una “bomba” su un argomento abbas delicato e preciso. Grazie, attendo

    • Ciao Alby,
      Intanto grazie dei complimenti, anche se il blog siete principalmente voi, quindi sono io a farvi per prima i complimenti!

      Il blog è aperto a tutti.
      Non ha l’obbiettivo di trattare questioni medico-tecniche sulle malattie pediatriche, ma di certo è pronto a raccogliere tutti i tipi di testimonianze.

      Siamo pronti a tutto, anche delle “bombe” che dici tu perchè condivisione è anche parlare di cose scomode, affrontare le esperienze belle o brutte.

      Un grazie a te e spero di risentirti presto!

      • Alby86

        Ciao!! Io personalmente mi sento di lanciare la questione “VACCINI”…. mia figlia non è vaccinata per scelta ponderata per benino.
        Vorrei sapere cosa ne pensi prima di dirti le esperienze che conosco a danno dei vaccini.

        Grazie, a presto

      • Ciao Alby,
        nel blog non trattiamo questioni tecnico-mediche, però possiamo parlare delle nostre esperienze! Per quanto il tema “vaccinazioni-vaccini” credo sia un argomento così vasto e complesso che meriterebbe almeno un bel pò di post! La cosa positiva è poter scegliere di farlo o non farlo fare al proprio figlio. L’importante è che i genitori, secondo me, prima di decidere si informino sui pro e i contro in maniera approfondita, chiedano al pediatra, etc.. Non per sentito dire e solo sulla base di altre esperienze positive o negative. Questo penso.
        Se vuoi raccontarmi la tua esperienza, scrivimi (langolodiwhiteb@gmail.com).
        un abbraccio
        .

  3. Alby86

    Ciao! Ti posso assicurare che sull’argomento vaccini non dirò altro visto che so che cmq è un argomento delicato e difficile da spiegare, per quanto riguarda la scelta di NON vaccinarla, credimi che non è stato affatto un passa parola o cmq deciso in base ad altre esperienze negative. Ho i miei buoni motivi e mi sono informata non bene, di +. Cmq, devo ancora dare una letta per bene al sito cosi capisco in cosa potrei essere “utile” e di cosa si parla. Grazie cmq per la risp.

    baci

    • Ciao Alby,
      il mio commento precedente non aveva nessun riferimento a te, alla tua decisione di non vaccinare tua figlia!
      Era generico e si riferiva al fatto che sui vaccini NOI genitori abbiamo la possibilità di decidere se farli fare ai nostri figli o no.
      Questa è una grande arma di libertà, ma va usata in maniera ottimale!

      Nel commento sottolineavo inoltre l’importanza di decidere in maniera assennata, confrontandosi col pediatra, informandosi sulle contro indicazioni e ascoltando anche le altre esperienze, ma di non basarsi SOLO sulle esperienze!

      Nessuno vuole mettere in dubbio i motivi che ti hanno spinta a non vaccinare la tua piccola! Anzi!

      Non capisco però quale sia l’aspetto dei vaccini che vorresti trattare: ambito medico? la tua scelta? le esperienze degli altri che conosci?

      Il modo in cui potresti essere utile più che al sito, agli altri attraverso il sito, sono sicura che lo troverai tu, molto presto!
      Ogni esperienza è preziosa, anche la tua, qualunque essa sia.
      un abbraccio

      • Alby86

        Ciao White B. Tranquilla io volevo solo chiarirmi sulla nostra decisione, nn ti preoccupare 😉
        Io volevo dare la mia opinione personale e l’opinione di persone che ho conosciuto e che mi hanno messo davanti al grande quesito: vaccino o no mia figlia? persone che fanno parte di comitati contro le vaccinazioni, che si informano ogni giorno sui contro di queste, che lottano con miliardi di famiglie che hanno figli danneggiati dai vaccini, che si battono contro l’a.s.s per informare ancora di + tutti i igenitori, le famiglie che non sanno, non si informano abbastanza, che i pediatri (nn tutti ovviamente) dicono una parte della realtà…insomma, è un po questo quello che vorrei che tante altre persone leggessero….un bacio intanto

  4. Mariagrazia

    Buongiorno White B.;
    ho incontrato per caso, il tuo bellissimo sito e ho vissuto rabbia, amore, tenerezza ed, ancor di più, stupore!
    la vita che si racconta in questi spazi pulsa come sangue nelle vene e quello che riesco ad esprimervi con le mie parole è che da mamma e donna, vi sono assolutamente vicina.
    parlando di Amore, vorrei lasciare la mia testimonianza:
    attraverso le mie bambine, stò imparando a crescere, ad amare, ad amarmi.
    I bambini sono la prova che esiste Amore sulla nostra terra ed è da loro che dovremmo ricominciare ad imparare!

    Grazie per questa opportunità.

    una forte abbraccio da MG

    • Ciao Mariagrazia!
      Grazie mille per avermi scritto e per i complimenti sul blog. Quello che ci racconti su ciò che ti hanno trasmesso le tue figlie è bellissimo e verissimo: “I bambini sono la prova che esiste Amore sulla nostra terra ed è da loro che dovremmo ricominciare ad imparare!”. Noi sottovalutiamo a volte quello che i nostri figli ci trasmettono con i loro semplici gesti perché siamo più concentrati a dire cosa devono o non devono fare…
      Ti aspetto ancora!
      Un abbraccio

  5. Mariagrazia

    vorrei regalarvi una breve storia:
    quando aspettavo la mia seconda figlia, tanto desiderata almeno quanto la prima, non stavo molto bene.
    ero sempre stanca, triste, mi sentivo molto sola ……..ero particolarmente depressa.
    una sera, una delle peggiori, mi ero coricata nel letto. mi ero girata a fatica, per l’enorme pancione, verso mio marito che mi dava le spalle; mi sembrava che già dormisse e quelle spalle, mi sembrava che fossero un muro.
    precipitata completamente nello sconforto e nella più profonda disperazione, piango in silensio, sperando di addormentarmi il più presto possibile.
    d’improvviso, sulla spalla destra, sento una mano che mi accarezza, come in un gesto di conforto.
    spaventata, mi giro e , in un momento, vedo l’immagine del santo a cui mia mamma da sempre è devota; San Calogero, il santo nero.
    l’istinto, è stato quello di richiudere gli occhi e sperare che la paura passasse.
    in realtà, non solo è passata la paura, ma io quella sera, mi sono finalmente addormentata come se fossi stata cullata tra le braccia di una mamma amorevole e infinita.

    spero che questa storia, possa dare a qualcuno, una briciola di speranza,
    di forza, a cui aggrapparsi nello sconforto.

    un forte abbarccio

    MG

  6. Mariagrazia

    la straordinarietà della storia è che sia accaduto ad una persona non particolarmente credente, non praticante e che nonostante le difficoltà, non riusciva neanche a pensare di “pregare” per uscir fuori da quei brutti momenti !
    Non ho nessuna certezza, tranne il fatto che realmente è accaduto.

    MG

  7. Rosa

    Ho contattato via e-mail questo angolo. Mi presento: sto cercando di sensibilizzare tutti sulla legge 104 del 1992. Alcuni articoli,come l’art. 33, non vengono riconosciuti alle persone malate di cancro. Sono in vita per un lungo percorso di cure invasive,,,ho dovuto subire molti cicli di chemioterapia e tante sedute di radioterapia. Ho anche indossato una parrucca per non presentarmi solo con le radici dei capelli. Ero in metastasi ed ora sono in prima linea per portare avanti i diritti negati. Contattatemi e seguitemi su “Pensare Liberi News”. Cliccate sulla rubrica “verità sul cancro” e appariranno i miei articoli.

  8. stefania

    Ciao White B.,
    ho scoperto il tuo blog seguendo Oltre il cancro. Sei davvero incredibile!
    Io non sono mamma e quindi posso solo lontanamente immaginare la tua esperienza, è ammirevole quello che fai…
    Domenica ero qui:http://www.lacollinadeglielfi.it/,
    se tutto va bene apriranno in autunno.
    Vista l’introduzione a “Chi è White b.?”ho pensato che magari poteva interessarti.
    Grazie!
    Stefania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...