Archivi tag: rallentare

RALLENTARE…

 

lumache

 

In questi giorni grigi, freddi e umidi sto riscoprendo il piacere di RALLENTARE.

Ciò per me significa godersi ogni istante con una tazza di tisana fumante in mano. Significa ridere e rimanere abbracciati mentre fuori solo il silenzio, apprezzare tutto e sentirsi immersi in un mondo parallelo di isolamento dal mondo che lavora, che corre, che compra gli ultimi regali. Un mondo in cui mi trovo pienamente a mio agio, che mi arricchisce di tantissime cose che prima sottovalutavo.

Scopro con piacere che alcuni hanno fatto del concetto di “rallentare” un proprio slogan per  invitare tutti, sposando questa proposta, a contribuire a sviluppare diversi progetti con l’obiettivo di incentivare la partecipazione attiva delle tante persone che desiderano trovare il tempo per dare il proprio contributo per il miglioramento della comunità. “In un mondo sempre più votato alla velocità e alla complessità, rallentare a livello individuale è dunque il primo passo per poter vivere meglio, superare le difficoltà, vincere la paura dell’incertezza, trovare soluzioni e recuperare la fiducia nel futuro, anche in momenti di grave crisi economica come quelli che stiamo vivendo”.

In un mondo che corre, produce, spende, esalta l’importanza di avere avere e avere, il saper rallentare rappresenta quasi una capacità metafisica e irraggiungibile.

Carina é la proposta del “movimento lento“,  un’associazione senza scopo di lucro il cui obiettivo è la divulgazione del viaggio lento, a piedi e in bicicletta, in Italia e all’estero, non solo come attività per il tempo libero, ma come vero e proprio stile di vita.

In ultimo, un libro Vivere con Lentezza, un uomo in carriera ad un certo punto della sua vita si accorge che corre verso il baratro più che verso un futuro radioso. E sceglie di rallentare, di prendersi i suoi tempi, di ritrovare un equilibrio perduto. “Vivendo con maggior lentezza e cercando di essere soddisfatti delle piccole cose che abbiamo e che possiamo raggiungere, senza imporci mete inarrivabili e continui inutili stress, potremmo forse tirarci fuori da quella gara continua cui ci siamo iscritti con le nostre stesse mani!”
Dal libro sembra che i primi effetti per chi rallenta davvero siano:

ralelntarr

Ecco che “rallentare” diventa un’azione di bene anche verso l’altro, verso la comunità.

Oggi, domani, sempre.

Annunci

3 commenti

Archiviato in medicina, palliative, genitori, malattia, white, B, famiglia, bambini, lutto,family,parents,children